BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

Persa l'occasione di fare chiarezza sulla giungla dei contratti

InfophotoInfophoto

Infine, da ora in poi - a partire dall’approvazione della Riforma - resta aperta la possibilità per le parti sociali a livello territoriale, settoriale e aziendale, di compiere ulteriori sperimentazioni per introdurre possibili correttivi o innovazioni alla legge sul lavoro, utilizzando la finestra aperta dall’articolo 8 della manovra del ferragosto scorso. Al di là del recepimento o meno di ulteriori emendamenti, persone, imprese e parti sociali potranno dunque utilizzare l’area della contrattazione aziendale di secondo livello, per individuare nuove e più efficaci soluzioni.

C’è dunque ancora molto da fare - e le opportunità non mancano - per uscire dalle secche in cui ci troviamo. C’è solo da augurarsi che la scadenza per la presentazione all’Europa della Riforma del lavoro non costituisca l’unico motivo per cui è stata realizzata, e che dunque la stessa sollecitudine che ha condotto il Governo ad approvare il Testo con la fiducia - non permettendo così di introdurre i necessari miglioramenti - possa permeare le più che mai fondamentali azioni di sviluppo future. Per questo, proveremo a monitorare quanto verrà fatto, per favorire un dibattito sui temi più importanti e per dare nuovi impulsi, con l’obiettivo di evitare il rischio che - una volta fuori dai riflettori - tutti questi temi si arenino nuovamente nelle sabbie del più totale immobilismo.

© Riproduzione Riservata.