BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Riforma Fornero: qualche luce, ma troppe ombre

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

www.scolliniamo.it

La Riforma Fornero è appena entrata in vigore e gli ultimi emendamenti sono all’esame definitivo, nell’ambito del Decreto Sviluppo, proprio in queste ore. Sembra davvero che il tempo delle discussioni e, ahimè, della concertazione, stia finalmente per concludersi e che potremo verificare nei fatti l’efficacia di quanto concepito per il miglior funzionamento del nostro mercato del lavoro.


Che giudizio sintetico dare, allora, sulla Riforma? E cosa possiamo affermare circa gli emendamenti proposti? Per ciò che concerne la Riforma del lavoro il giudizio è - seppur cautamente, poiché, appunto, in attesa di verifica - positivo per ciò che riguarda la direzione intrapresa: si è cercato di promuovere una visione più attiva e meno assistenzialistica del sostegno al reddito e dei servizi al lavoro, si è indicata la via della flessibilità buona contrapposta all’uso improprio di contratti che non garantiscono pienamente i diritti del lavoratore, si è voluto ridare centralità al contratto a tempo indeterminato, eliminandone l’assoluta inamovibilità, si è assegnato il compito agli operatori di settore di sviluppare forme adeguate di flexicurity e di offrire ai giovani più efficaci modalità di inserimento professionale, ad esempio attraverso l’apprendistato.

Ciò che invece riteniamo negativo è che i continui compromessi hanno condotto, da una parte, a una non completa realizzazione degli obiettivi dichiarati e, dall’altra, ad una mancanza di chiarezza nei messaggi, impedendo così di orientare tutti i soggetti implicati ad un corretto uso delle possibilità offerte dal Testo, in tutta la loro portata innovativa. È un po’ come trovare l’oro nel fango: i contenuti interessanti ci sono, ma risultano così ben nascosti che diventa necessario scavare alacremente per trovarli. Questa mancanza di determinazione ha fatto perdere alla Riforma molta della forza di coerenza necessaria per affermarsi con più vigore e incidere positivamente sin da subito.

Veniamo ora agli emendamenti, su cui si è raggiunto un accordo politico e che saranno approvati definitivamente a breve: come si inseriscono in tale contesto?



  PAG. SUCC. >