BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPENDING REVIEW/ Statali, 24.000 esuberi. Attini (UilPa): nuovi esodati grazie ai tagli del Governo

Fotolia Fotolia

«Credo - affemra Attini - che lo abbia fatto. Ma che abbia deciso di andare avanti lo stesso. Evidentemente, al riflesso sociale che si sarebbe determinato nel Paese,  è stato anteposto il risparmio di spesa e il segnale da lanciare ai mercati». Eppure, lo spread  viaggia ancora attorno ai 470 punti base. Difficile che, come ha accusato Monti, l’andamento possa dipendere esclusivamente dalla critiche del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, al provvedimento del governo, definito di macelleria sociale. «Se Squinzi avesse il potere di manipolare lo spread solo attraverso qualche affermazione, dovrebbe essere considerato una sorta di piccola divinità all’interno del mondo finanziario.  Credo, quindi, che si tratti di un semplice alibi per giustificare il fatto che i mercati non hanno reagito positivamente alle misure adottate, come invece il governo si aspettava».

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.