BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

FIAT/ Fabbrica Italia. Uliano (Fim-Cisl): Marchionne e Monti tornino a investire

InfophotoInfophoto

Va detto, infine, che rispetto a qualche tempo fa, le preoccupazioni del manager italo-canadese si dovrebbero essere stemperate. «Ci aveva detto che, prima di compiere qualunque passo, avrebbe atteso che la situazione europea si chiarisse. Gli spread alti, infatti, determinano tassi di interesse estremamente elevati sui prestiti bancari. E, interessi alti su cifre che veleggiano sull’ordine dei diversi miliardi di euro, rischiano di far diventare la situazione insostenibile. Ora, tuttavia, grazie all’operazione di Draghi la Bce potrà acquistare illimitatamente bond, mentre la decisione della Corte costituzionale tedesca ha sbloccato il Fondo Salva Stati. Direi che le condizioni per tornare a investire, ci sono tutte».

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.