BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PENSIONI/ Esodati. Proietti (Uil): così il prossimo governo potrà salvarne altri 150mila

Infophoto Infophoto

Per questo crediamo che sia ragionevole aspettarsi che le forze politiche porteranno a compimento questa operazione di giustizia. Confidiamo che nella prossima legislatura si darà una risposta a tutte le persone che rischiano di restare senza stipendio e senza pensione. Non dimentichiamo che questa operazione è stata effettuata grazie alla pressione dei sindacati. Continueremo, quindi, la nostra mobilitazione.

Dovrete sperare che la Ragioneria dello Stato non si metta di traverso.

Sono anni che i tecnici cercano di assumere un ruolo che travalichi le proprie competenze. Ma, effettivamente, alcune questioni si possono risolvere esclusivamente  a livello politico.

Come la metterete con il solito problema delle risorse?

Siamo convinti che sia possa intervenire sui costi della politica, eliminando miliardi di euro di sprechi. E non solo tagliando il numero di parlamentari. Sarebbe necessario, come abbiamo ribadito nella nostra Agenda Uil inviata a tutti i partiti, accorpare le municipalizzate, ridurre gli enti inutili e quei cda che non servono ma drenano milioni di risorse, e potenziare la lotta all’evasione. Ci auguriamo che il prossimo governo avrà la forza e la volontà politica per fare quello che non si è fatto in 60 anni. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
05/02/2013 - esodati e contributori volontari vuoto normativo (gianpaolo grosso)

ma se non ci sarà la fornero è molto probabile che ci sia monti e allora vuoi vedere che la legge razzista di riforma pensioni verrà salvaguardata mentre i non salvaguardati???? propongo di chiuderli in campi di concentramento almeno 1 pasto è garantito a chi ha lavorato e contribuito x 40 anni? e una medaglia no?