BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MONTI CONTRO CGIL/ Così il Prof "riformerà" la Fornero

Susanna Camusso (Infophoto) Susanna Camusso (Infophoto)

Il dibattito ovviamente continua e, pur non abiurando le riforme del governo, in particolare quelle del ministro Fornero, stiamo pensando di introdurre qualche modifica all’impianto della riforma del mercato del lavoro, anche per quanto riguarda i licenziamenti. Bisogna quindi andare avanti e mettere in piedi in questa legislatura tutte le cose che non è stato possibile fare durante quella precedente, senza però pensare di stravolgere quanto di buono è stato fatto finora.

 

A quali modifiche si sta pensando in particolare?

 

In qualche modo assumeremo nel programma quanto proposto di recente da Pietro Ichino: quindi immaginiamo la sperimentazione di una riformulazione del contratto a tempo indeterminato con delle tutele  economiche più “leggere”, risarcitorie fino a un certo numero di anni, per poi valutare eventuali tutele più “pesanti” in caso di discriminazione o di licenziamento disciplinare.

 

Come mai avanzate una proposta di questo tipo?

 

Avanziamo tale proposta perché crediamo che sia il modo migliore per rendere più flessibile e gestibile il contratto a tempo indeterminato, senza contare che in questo modo sarà possibile andare incontro alle esigenze delle imprese e far fare un notevole salto di qualità a quei lavoratori, in particolare donne e giovani, che oggi devono ancora affrontare le difficoltà del mercato sommerso o precario.

 

(Claudio Perlini)

© Riproduzione Riservata.