BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ALITALIA/ Le condizioni di Air France: no a nuove rotte e a nuovi aerei

Tutti si augurano che Air France metta soldi in Alitalia aumentando le sue quote, ma le richieste che arrivano da Parigi sono davvero dure. Ecco cosa sta succedendo

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Maurizio Lupi si è augurato ieri che Air France-Klm dimostri maggior interesse per Alitalia, dopo che sempre ieri è stato votato l'aumento di capitali che ha momentaneamente salvato la nostra compagnia aerea ormai a secco anche di carburante. E Parigi risponde al ministro dei trasporti, ma non si sa se quanto arriva dalla Francia possa farlo felice. Air France-Klm ha infatti votato sì al piano d'urgenza di 500 milioni, ma ha anche detto che questo non significa partecipare all'aumento di capitale, ovvero sborsare dei soldi. Non solo, ci sono richieste precise che arrivano da Parigi: nessuna nuova rotta di collegamento a medio-lungo raggio e la rinuncia totale all'acquisto di nuovi aerei. Lo dice Le Monde oggi: Alitalia deve cambiare strategia. Per chi osserva da fuori le richieste francesi sono una forte mortificazione per Alitalia, vogliono quasi dire che deve rinunciare a crescere e a fare concorrenza. Air France metterebbe così le mani sul bacino di utenza italiano diventando compagnia privilegiata, davanti ad Alitalia. Se Alitalia accetta arriverebbero i 150 milioni di euro che permetterebbero ai francesi di passare dall'attuale 25% di proprietà al 40%. Domani assemblea dei soci che dovranno votare sì o no all'aumento del capitale.

© Riproduzione Riservata.