BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

REDDITO MINIMO/ Cofferati: Letta rischia di ripetere l'errore di Prodi

Sergio Cofferati (Infophoto)Sergio Cofferati (Infophoto)

Si sarebbe dovuto mantenere quell’emendamento che prevedeva l’utilizzo del contributo di solidarietà sulle pensioni alte per sbloccare la rivalutazione dell’indicizzazione all’inflazione di quelle medio-basse. Il redito minimo andava finanziato con un prelievo sui redditi alti, quindi, non con quello sulle pensioni d'oro. 

 

In ogni caso, il provvedimento rappresenta una concessione al Movimento 5 Stelle o era nelle corde del governo?

Di sicuro, non era nelle ipotesi del governo. Non escludo che sia nato dal dibattito in parlamento. Non so dirle tuttavia, se sia sorto nel tentativo di costruire un rapporto, seppur minimo, con i 5 Stelle.

 

Non crede che il reddito minimo rappresenti il classico provvedimento a pioggia? Non sarebbe stato meglio usare le stesse risorse per aiutare chi non ha un lavoro a trovarlo?

Si tratta di due questioni completamente distinte. Il contrasto alla povertà non riguarda solo le persone che, temporaneamente, sono prive di un lavoro e che finiscono nella fascia sociale più bassa, ma anche coloro che, per le ragioni più disparate, non sono in grado di lavorare. Cosa ben diversa sono le politiche attive per il lavoro. Faccio notare che, al momento, mancano entrambe, benché qualche misura per incentivare le assunzioni, come le defiscalizzazioni, sia stata introdotta. Resta il fatto che quando si parla di occupazione, la priorità non consiste nell’aiutare le persone ad entrare nel mercato del lavoro.

 

No?

No, occorre anzitutto potenziare la domanda che, attualmente, è decisamente debole. In tal senso, la lacuna del governo, è vistosissima. Servono, quindi, da un lato investimenti e, dall’altro, stimoli ai consumi. Se gli italiani non hanno risorse per consumare, un sistema produttivo come il nostro, sostanzialmente orientato verso il mercato interno, finisce in sofferenza. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.