BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

Trasferiamo all'Inps i centri per l'impiego

InfophotoInfophoto

Sarebbe delittuoso buttare altri soldi per personale, sedi e strumenti se prima non si stabilisce cosa debbano fare i Cpi e non si riorganizzano conseguentemente i processi di lavoro. Ci sentiamo pertanto di avanzare una proposta. Quasi dovunque in Europa si è deciso negli anni recenti di far coincidere organizzativamente l’erogazione della politica passiva con il servizio pubblico all’impiego: in tal modo ci si è assicurati che il percettore del sussidio passivo fosse anche strettamente monitorato nella sua attività di ricerca attiva del lavoro.

Perché non pensare di fare la stessa cosa anche in Italia, accorpando i Centri per l’impiego all’Inps, una delle poche strutture pubbliche efficaci ed efficienti ? In tal modo potremmo dare all’Inps la competenza non solo sull’erogazione del sussidio passivo, come già avviene oggi, ma anche la gestione della condizionalità, di modo che il cittadino percettore di indennità pubblica sia anche informato, orientato e monitorato nella ricerca attiva del lavoro. Gestibile con un sistema di voucher in capo alla persona, spendibile in parte per remunerare, a processo, i servizi di presa in carico e a risultato raggiunto i servizi di inserimento lavorativo, erogati da operatori privati autorizzati e accreditati, sul modello della dote unica di Regione Lombardia. Vogliamo provarci?

© Riproduzione Riservata.