BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CUNEO FISCALE/ Il taglio “demagogico” che può far male al lavoro

Infophoto Infophoto

I tagli odierni possono essere un punto di partenza, un doveroso segnale di rinnovata attenzione nei confronti delle aziende e del lavoro. Ma, senza una cornice, una strategia e delle politiche (industriali, e non solo) di medio/lungo respiro rischiano di rimanere belle promesse e speranzosi titoli di quotidiano.


P.S.: Tra le tre ipotesi “politiche” prima formulate, chi scrive ritiene che la terza sia quella auspicabile. Tuttavia, per farlo, una sola riduzione del cuneo fiscale non può essere sufficiente. Anche in questo caso servono scelte politiche, ma il discorso ci porterebbe inevitabilmente fuori tema. Opinione personale è poi che larga parte delle risorse liberate vadano, dove possibile, trasformate in salari, tanto per un principio di giustizia sociale, quanto per non deperire ulteriormente la domanda aggregata.

© Riproduzione Riservata.