BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

IL CASO/ Così Letta può "rottamare" Renzi (e respingere la troika)

InfophotoInfophoto

Un altro passaggio chiave è la riforma della cassa integrazione. Le spese superano i contributi versati ormai anche per quella ordinaria, non parliamo della straordinaria o della cassa in deroga, diventata ormai uno scandalo. La deroga che si fa regola è davvero il peggio del sistema italiano.

Mettere mano al mercato del lavoro è davvero un grande sfida. Il governo Monti ha battuto in ritirata sotto i colpi dei sindacati, soprattutto della Cgil. Il governo Letta non ci ha ancora provato. Renzi ha scosso l’albero e ciò di per sé va apprezzato. Ma perché non diventi un’ammuina, bisogna che le proposte diventino leggi. Sarà in grado di farlo Letta prima che si levi il polverone elettorale? Al 2014 l’ardua sentenza.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
28/12/2013 - Reaganomics e studio Fmi su Tasse e Pil (Carlo Cerofolini)

La flessibilità è certamente una via necessaria da seguire per aumentare l’occupazione, ma assolutamente insufficiente se non c’è domanda – ma anzi questa diminuisce - quindi deve fare solo parte di un disegno molto più ampio che deve avere come stella polare la Reaganomics, ovvero (molto) meno stato e più mercato e abbattimento della pressione fiscale. A questo proposito dicono niente la curva di Laffer e il recente studio Fmi di Blanchard & Leigh, in cui si evidenzia che per ogni euro preso con le tasse in spending – come hanno fatto soprattutto Monti e Letta - diminuisce del 3% il Pil?