BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DISOCCUPAZIONE/ Tiraboschi: colpa del valore legale del titolo e della riforma Fornero

Infophoto Infophoto

Indubbiamente. Sulla bassa produttività incide anche il fatto che disponiamo di giovani poco qualificati e che entrano tardi nel mondo del lavoro non solo perché è difficile trovare un'occupazione, ma perché sono parcheggiati a lungo in percorsi formativi separati dal mercato. In Germania, invece, circa due milioni di giovani, attraverso gli apprendistati, entrano nel mondo del lavoro attorno ai 15 anni, pur rimanendo all’interno del percorso educativo-formativo.

 

In ogni caso, la disoccupazione giovanile, a dicembre, è diminuita rispetto al mese precedente dello 0,2% circa.

 

E’ un dato quantitativamente e qualitativamente del tutto irrilevante. Temo, oltretutto, che si tratti di giovani scoraggiati che, semplicemente, hanno smesso di cercare.

 

Quali sono le sfide principali da cui il prossimo governo non potrà prescindere.

 

Per i giovani, occorre meno Stato e più sussidiarietà. Un principio che, in concreto, si traduce con l’abolizione del valore legale del titolo di studio, la grande “cappa” che blocca il merito, l’innovazione, il lavoro e il cambiamento. Se tale impedimento venisse meno, le università e le scuole sarebbero costrette ad attuare percorsi formativi reali, volti all’entrata nel mercato del lavoro, pena la perdita di iscritti.

 

E per quanto riguarda gli adulti?

 

Dobbiamo spostare il quadro regolatorio dal centro alla periferia, dalla legge alla contrattazione collettiva, dallo Stato agli enti bilaterali, e sostenere la contrattazione collettiva aziendale di produttività di secondo livello. La Germania va benissimo anche perché ha attivato, negli ultimi anni, degli accordi aziendali territoriali decisivi per creare dei contesti che mettano l’azienda nelle condizioni di fare il proprio lavoro e il sindacato di effettuare un’azione di controllo. Non dimentichiamo che, in Germania, il sindacato assume forme cooperative e partecipative mentre, da noi, la contrapposizione ideologica e i conflitti sono ancora alti. Altra questione da affrontare è quella delle Agenzie per lavoro.

 

Ci spieghi meglio.