BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

DISOCCUPAZIONE/ Tiraboschi: colpa del valore legale del titolo e della riforma Fornero

InfophotoInfophoto

Spesso un lavoratore si trova licenziato a 50 anni, pur avendo ancora competenze che potrebbero consentirgli facilmente di essere ricollocato, ma non essendo in grado di trovarsi da solo l’azienda che ha bisogno di lui; oppure, si trova disoccupato proprio perché manca di competenze adeguate. In entrambi i casi, il potenziamento delle Agenzie potrebbero svolgere un ruolo decisivo. Aiutandolo a reinserirsi o facendosi carico della sua formazione.

 

Secondo lei, sarà necessario intervenire sulla riforma Fornero?

 

La nuova disciplina è concettualmente sbagliata. Si è pensato, con il dirigismo, di creare lavoro e produttività. Invece, imprese e lavoratori sono state imbrigliate in una serie di norme rigide e complicate. Oggi è molto più difficile sia licenziare che assumere con contratti a termine. Quindi, va semplicemente, abrogata. Al limite, salvaguardando la parte sugli ammortizzatori. Non dimentichiamo che nel titolo della riforma è presente la dicitura “in una prospettiva di crescita”. Finora, ha fatto crescere solo la disoccupazione. E, se una legge non funziona, va cambiata. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.