BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO YAHOO/ La "boss" incinta che smonta il lavoro delle donne

Marissa Mayer (Infophoto) Marissa Mayer (Infophoto)

Tutt’altra storia rispetto a quella di Sheryl Sandberg, altra top manager dell’innovazione Usa (è la COO di Facebook) e ora autrice di un pamphlet per spronare le donne lavoratrici (“Fatevi avanti”): madre di due figli, ha dichiarato di uscire dall’ufficio alle 17.00 per dedicarsi a loro, senza perciò rinunciare alla carriera.

L’auspicio espresso da Valentina Stella era che Mayer, intenzionata a restare al lavoro fino all’ultimo momento utile e a ritornare in ufficio dopo il parto il prima possibile, fosse disponibile a rivedere la sua prospettiva alla luce dell’esperienza materna. Un auspicio che oggi appare vano non solo a chi sostiene che i figli, specialmente nell’età neonatale, abbiano diritto alle cure e alla dedizione della madre; ma anche a chi crede che la flessibilità dei tempi e dei luoghi sia la precondizione indispensabile per estendere l’onere e l’onore della cura familiare a entrambi i genitori.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
01/03/2013 - Infatti... (Sara Greco)

...Guarda il commento della rivista Forbes, che definisce questa mossa un 'fallimento EPICO': http://www.forbes.com/sites/petercohan/2013/02/26/4-reasons-marissa-mayers-no-at-home-work-policy-is-an-epic-fail/