BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

RIFORMA PENSIONI LETTA/ Maresca (La Sapienza): meglio la staffetta generazionale che altra flessibilità

InfophotoInfophoto

Credo che sia meglio intervenire nella prospettiva della staffetta generazionale: un lavoratore senior accetta di lavorare part time in cambio dell’assunzione di un giovane; questo consentirebbe di trovare una modalità di uscita soft per i lavoratori anziani in grado di coniugarsi con le risposte al problema della disoccupazione giovanile, attualmente l’emergenza in assoluto primaria.

 

Eppure, la staffetta ha un costo?

Questo è indubbio. Al lavoratore anziano che si chiede di accettare un part time, bisogna pur sempre garantire la contribuzione fino al raggiungimento dell’età pensionabile. Altrimenti, non accetterà mai. Alcune aziende, come l’Enel, hanno realizzato misure del genere. Si sono rivelate piuttosto costose, ma, per lo meno, decisamente meno onerose del mantenimento in carico del lavoratore anziano. Sarà opportuno, quindi, trovare le risorse adeguate. Resta il fatto che, quantomeno, disponiamo già degli strumenti normativi per poter procedere. Addirittura, si tratta di ipotesi previste da leggi che, addirittura, risalgono al 1984, e contemplate, tra le altre cose, nella disciplina relativa ai contratti di solidarietà. Tuttavia, per le suddette questioni di mancanza di risorse, non hanno mai trovato applicazione effettiva. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.