BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

NAPOLITANO E UE/ Il salvataggio del lavoro che fa a meno delle leggi

Giorgio Napolitano (Infophoto)Giorgio Napolitano (Infophoto)

Rispetto alle parole del Presidente della Repubblica, è proprio la forte responsabilità e il virtuoso dialogo degli attori sociali che in Germania esprime, nella contrattazione decentrata, elementi e fattori per una migliore produttività e per migliori salari. Il richiamo dell'Ue su questo punto non è del tutto esplicito, ma è oggi più forte che mai in Italia l’'sigenza di contrattare al secondo livello in azienda, secondo quanto stabilito dall’accordo interconfederale del 28 giugno 2011 e quanto rilanciato a fine novembre 2012 dall'accordo sulla produttività.

La crescita può venire migliorando l'organizzazione del lavoro, dei turni e degli orari, delle professionalità e della flessibilità. Questo è il compito che oggi spetta alle forze sociali. La politica non invada questo spazio, la legge non si sostituisca al contratto.

© Riproduzione Riservata.