BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

I NUMERI/ Taglio del cuneo fiscale e formazione migliore: ecco cosa vogliono gli italiani per il lavoro

Gi Group, attraverso Gi Group Academy, fornisce al governo la ricetta per uscire dalla gravissima fase in cui il nostro Paese, sul fronte dell’occupazione, si è impantanato

infophoto infophoto

Gi Group, attraverso Gi Group Academy, fornisce al governo la ricetta per uscire dalla gravissima fase in cui il nostro Paese, sul fronte dell’occupazione, si è impantanato ormai da anni. Grazie a una rilevazione effettuata su un campione di 2.700 italiani rappresentativi per genere, età, istruzione, livello professionale e area geografica, è emerso come la prima richiesta consista nella diminuzione delle tasse sul lavoro in modo che le persone possano ottenere uno stipendio netto maggiore. Si tratterebbe di un provvedimento gettonato dal 79% degli intervistati. Secondo il 62%, invece, le aziende che assumono a tempo indeterminato dovrebbero pagare meno imposte. La terza opzione più votata (36%) consiste nella semplificazione delle norme sul lavoro.

Se dal campione generale estrapoliamo i giovani, tuttavia, l’ipotesi preferita è una formazione scolastica più allineata alle esigenze delle imprese (32% dei giovani, 45% degli studenti). Secondo gran parte degli intervistati, per rendere le suddette misure attuabili sarebbe utile, anzitutto, ridimensionare i costi della politica: dalla riduzione del numero e degli stipendi dei parlamentari, al divieto dei doppi incarichi. Altresì, sarebbe opportuno rinnovare la Pubblica amministrazione effettuando maggiori controlli sulla produttiva degli enti pubblici, grazie anche all’applicazione della medesima normativa del lavoro privato.

© Riproduzione Riservata.