BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GIAPPONE SHOCK/ Aboliamo la pensione e lavoriamo tutta la vita

Al lavoro per tutta la vita senza mai andare in pensione. E’ questa la particolare proposta avanzata di recente dal ministro dell’Economia giapponese, Akira Amari, intervenuto a Roma

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Al lavoro per tutta la vita senza mai andare in pensione. E’ questa la particolare proposta avanzata di recente dal ministro dell’Economia giapponese, Akira Amari, intervenuto attraverso un video-messaggio a un convegno, tenutosi a Roma, organizzato dalla Fondazione Italia-Giappone e dall'ambasciata. In Italia, che pure ha dovuto subire una riforma previdenziale "lacrime e sangue" del ministro Elsa Fornero destinata a rimanere nella storia del Bel Paese, gli intelocutori hanno strabuzzato gli occhi, pensando a un errore del traduttore. Invece no, tutto vero, o verosimile, per il paese del Sol Levante, in cui il popolo non è nuovo a imprese di incredibile tenacia, anche se questa davvero sembra batterle tutte.

“Tra un paio di decenni un quarto della popolazione giapponese sarà over 65 – ha esordito Amari -. Aumenteranno le spese sanitarie e previdenziali e diminuirà la forza lavoro, potrebbe essere una tragedia. Ma se invece fosse possibile una soluzione a questo problema, grazie allo sviluppo tecnologico o mediante la riforma del sistema previdenziale, creando cioè una società nella quale le persone rimangano attive per tutta la vita, questa soluzione potrebbe essere esportata in tutto il mondo”.

Il convegno a cui il ministro nipponico ha partecipato verteva principalmente sulla cosiddetta “Abenomics“, l’aggressiva politica economica attuata nell'ultimo periodo dal primo ministro Shinzo Abe, ribattezzata “delle tre frecce”: la più consistente di queste è indirizzata alla politica monetaria, con l’obiettivo di raddoppiare della base monetaria in due anni tramite l’acquisto di titoli da parte della Bank of Japan al ritmo di 100 miliardi al mese. Le altre due frecce dell’arco giapponese, invece, riguardano la politica di bilancio e la politica industriale per attuare maggiori investimenti.

La proposta di Amari sul lavoro a vita, inoltre, è stata anche accompagnata da un consiglio su come restare sani e in forma fino alla vecchiaia, magari “utilizzando le cellule IPS" (cellule staminali pluripotenti indotte) attraverso cui “creare cellule sane da sostituire a quelle malate, o addirittura agli organi malati”.

Leggi l'articolo originale su IlSussidiario.net

© Riproduzione Riservata.