BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Il “moltiplicatore” per creare lavoro in Italia

Infophoto Infophoto

Ma anche il lavoro in questa fase di passaggio chiede nuove regole. Bastano le vecchie regole dei contratti nazionali oppure vi è la necessità di passare a contratti aziendali e territoriali capaci di rilanciare produttività e occupazione? La vicenda Fiat non èsolo il caso di una grande impresa multinazionale che pone un problema particolare, ma evidenzia una questione che riguarda tutto il sistema imprenditoriale. Certo, le 4000 medie imprese italiane che reggono la sfida internazionale e che fanno sì che il nostro Paese sia ancora industrialmente importante hanno problemi simili e il sistema delle Pmi che vuole crescere pone problemi analoghi, anche se richiede soluzioni modulate più sul territorio che sulla singola impresa. È una sfida che riguarda tutte le rappresentanze sindacali e politiche per aprire una nuova fase dove impresa e lavoro costruiscano rapporti virtuosi, per una nuova crescita economica che valorizzi tutti gli “io” disposti a mettersi in gioco.

© Riproduzione Riservata.