BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

SALARIO MINIMO/ La vera idea di Obama che l’Italia non ha visto

Barack Obama (Infophoto)Barack Obama (Infophoto)

L’Harkin-Miller Bill prevede anche interventi sui minimi salariali delle professioni dei cosiddetti “tipped workers” (lavoratori con mancia), ovvero in primo luogo i camerieri. I fatti ci lasciano con una versione molto più ragionevole dell’intervento presidenziale che rimane ostacolata dai Repubblicani, più per ragioni di contrapposizione simbolica che sostanziale.

A conti fatti, genera in me molta ilarità che si agiti lo spettro della scala mobile italiana, solo perché si decide di indicizzare il salario minimo che peraltro al valore attuale produce un reddito annuo al di sotto della soglia della povertà negli Stati Uniti.

La scala mobile era un sistema di indicizzazione che riguardava tutte le retribuzioni e che ha contribuito a una spirale inflattiva quasi letale per il Paese. La sua fortuna come per tante ricette magiche che circolano sulla crisi è che è immediata da comprendere: se i prezzi salgono, le retribuzioni salgono, così nessuno diventa più povero.

Sono meccanismi psicologici in cui è facile cadere, soprattutto se gli irresponsabili ne fanno la propria bandiera e gli ammantano di aura scientifica (millantando titoli) o di persecuzione eretica (urlando che i poteri forti non vogliono far sapere la realtà). In fondo chi di noi non ha comprato per 50 lire i titoli da Monopoli di un’isola alle Bermuda per rivenderli a 5 amici in uno dei classici schemi Ponzi della nostra adolescenza? 

© Riproduzione Riservata.