BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

JOBS ACT/ 2. Le "novità" della riforma di Renzi (che fanno litigare il Pd)

Giuliano Poletti (Infophoto) Giuliano Poletti (Infophoto)

Vengono, poi, introdotti due elementi importanti: il primo relativo a una sorta di sistema premiante per le Agenzie per il lavoro e gli operatori accreditati in virtù della loro capacità di intermediare e favorire la creazione di rapporti di lavoro; il secondo relativo all’adeguamento del sistema sanzionatorio nei confronti del soggetto titolare di misure passive che rifiuti un’offerta di lavoro o di formazione.

Nulla di nuovo invece sul fronte delle tipologie contrattuali. È stato, infatti, confermato l’impegno del Governo a riordinare il panorama delle forme contrattuali. Confermata, altresì, l’intenzione dell’esecutivo di introdurre il contratto a tutele crescenti, che dovrebbe assumere i caratteri di prevalenza sulle altre forme atipiche di subordinazione, le quali dovrebbero essere via via ridotte.

© Riproduzione Riservata.