BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCIOPERO 12 DICEMBRE 2014/ Cgil e Uil, protesta di otto ore: si ferma la scuola, a rischio mezzi pubblici, treni e aerei: info e orari

E’ in programma venerdì 12 dicembre lo sciopero di otto ore indetto da Cgil e Uil che coinvolgerà tutti i settori pubblici e privati, dalla scuola al trasporto pubblico: tutte le info

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

E’ in programma venerdì 12 dicembre lo sciopero di otto ore indetto da Cgil e Uil che coinvolgerà tutti i settori pubblici e privati, dalla scuola al trasporto pubblico. "Così non va!" è lo slogan scelto dai sindacati per protestare contro le scelte del governo su Jobs Act, riforma della Pubblica Amministrazione, Legge di Stabilità e politica economica. Sono in tutto 54 le manifestazioni organizzate in Italia, di cui 10 regionali, 39 provinciali e 5 interprovinciali (clicca qui per vedere la lista di tutti gli appuntamenti che vedranno la partecipazione dei segretari confederali della Cgil e dei segretari generali di categoria). Per quanto riguarda la scuola, sia per il personale docente/educativo e Ata che per dirigenti scolastici e presidi incaricati lo sciopero riguarderà l'intera giornata lavorativa. Previsti disagi anche nei trasporti: la Cgil fa sapere che l'agitazione interesserà bus, tram, metropolitane e ferrovie nelle principali città italiane. A Milano dalle 19 alle 24, a Roma dalle 9 alle 17, a Torino dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 20, a Genova dalle 9.30 alle 17, a Venezia dalle 8.30 alle 16.30, a Bologna dalle 8.30 alle 16.30, a Perugia dalle 16 alle 24, a Napoli dalle 9 alle 17, a Bari da inizio servizio alle 6:30 e dalle 8:30 alle 12.30, a Cagliari dalle 9.30 alle 17.30, a Palermo dalle 9.30 alle 17.30. Nel trasporto ferroviario è in programma lo stop per il personale viaggiante e addetto alla circolazione dei treni del Gruppo Fs, di Ntv e Trenord, mentre nel trasporto aereo la protesta riguarderà il personale navigante delle compagnie aeree e gli addetti alle attività operative degli aeroporti, compresi i controllori di volo che scioperano dalle 10 alle 18. Nel settore marittimo traghetti e navi subiranno un ritardo di 8 ore alla partenza, mentre nelle autostrade si fermano per 8 ore il personale dei caselli, gli addetti alla manutenzione, alla viabilità e il personale dei Punti Blu.