BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

LINKEDIN/ La "copertina" che dà una mano a trovare lavoro

LinkedInLinkedIn

2) Gruppi. L’attività svolta all’interno dei gruppi, alimentando il flusso dei contenuti e le interazioni tra i membri degli stessi, può divenire di un certo interesse se essi sono significativi per la propria attività lavorativa; essi possono essere l’occasione per scambiare contenuti interessanti, venire coinvolti in discussioni pubbliche e confrontarsi su tematiche di interesse comune. In questa come in altre situazioni vale sempre il criterio prudenziale che si dovrebbero commentare le discussioni solo quando si ha qualcosa di interessante da dire, in modo da apportare degli utili contributi alla discussione generale. Ci sono tante situazioni che potrebbero favorire delle vere e proprie comunicazioni rivolte ai gruppi, quando si vuole promuovere un convegno imminente, che si vuole condividere con la propria comunità professionale, oppure un corso o un evento speciale. In un secondo momento è, poi, più facile collegarsi con persone con cui si è interagito nei gruppi. Si può anche dare vita a un gruppo così da potersi connettere con persone che condividono gli stessi interessi e divenire un esperto riconosciuto di quella tematica lavorativa. Inoltre, i gruppi possono essere una grande risorsa in quanto, quando vi si entra si guadagna l’accesso agli utenti che potrebbero essere al di fuori della propria rete di II e III grado.

3) Elementi seguiti. Si tratta di aziende, scuole o università che si stanno seguendo in quanto interessati alle loro attività sociali ed educative oppure perché in qualità di ex alunni può essere utile mantenere un contatto con una realtà importante per la propria vita attuale e passata, anche a livello affettivo, condividendone gli intenti e gli scopi sociali.

L’obiettivo di LinkedIn è che tutte queste strategie possano espandere le modalità di come le persone utilizzano la propria piattaforma, andando così oltre il tradizionale modo di vedere il sito, solo come ancoraggio per il proprio curriculum e per la carriera.

La Home è la pagina di LinkedIn dove tutti gli aggiornamenti trovano il loro naturale luogo di elezione. Nella parte centrale, scorre il flusso vero e proprio col quale si cerca di catturare l’attenzione dei membri, nonché di spingerli a distribuire, essi stessi, dei contenuti di interesse comune. Tale flusso viene alimentato dai molteplici aggiornamenti di stato, che qui di seguito vengono elencati: Condivisioni (sono i post, link ad articoli scritti in prima persona oppure ripresi da altre fonti di cui si ritiene utile la condivisione);Collegamenti (LinkedIn notifica sempre quali sono i nuovi contatti, al fine di favorire l’allargamento delle cerchie); Gruppi (vengono specificate sia le adesione dei membri ai gruppi nonché le discussioni avviate nei gruppi: “xy ha avviato una discussione in yz”); Aziende (le notifiche riguardano sia le adesione dei contatti che le pubblicazioni delle offerte di lavoro: “xy Spa ha pubblicato un’offerta di lavoro che potrebbe interessarti”); Profili (vengono riportate le seguenti notifiche: “ha aggiornato il suo profilo”, “ha aggiunto una nuova foto”, “Congratulati per il suo nuovo lavoro!”, “Congratulati per il suo anniversario lavorativo!”, “ha aggiunto una nuova foto”, “ha ricevuto una segnalazione da”); Offerte di lavoroTuoi aggiornamenti(vengono visualizzati tutti i propri cambiamenti di stato e i post pubblicati).


COMMENTI
10/12/2014 - Dati non attendibili (Moeller Martin)

Al pari degli annunci matrimoniali, i profili sono autogestiti dagli interessati con il risultato che i dati non sono attendibili. Giusto qualche reclutatore esterno all'azienda usa un tale strumento per sottoporre (e farsi pagare) il numero di canditature concordate. P.S. Negli USA hanno sempre avuto la passione per i gruppi professionali. Servivano per la distribuzione di riviste tecniche settoriali, che come è noto, variano il prezzo delle inserzioni in base alla distribuzione certificata. Quello che oggi fa gente come Google per la pubblicità.