BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

RIFORMA PENSIONI/ Meloni (FdI): così la sinistra difende privilegi e pensioni d'oro

Giorgia MeloniGiorgia Meloni

Se io prendo una pensione da 90mila euro per la quale neanche lontanamente ho pagato i contributi, non posso pretendere che migliaia di persone lavorino tutta la vita per pagare un mio privilegio, quando loro non avranno mai una pensione decente. Trovo vergognoso che quanti lunedì si sono presentati a ranghi pieni in commissione per votare contro la nostra proposta siano gli stessi partiti che un anno e mezzo fa avevano votato il blocco dell’indicizzazione delle pensioni da 1.400 euro.

 

Quale interesse hanno i parlamentari della commissione Lavoro a difendere i pensionati d’oro?

Soprattutto la sinistra italiana negli ultimi anni ha dimostrato di essere sempre schierata con i potentati. Il nostro ddl riguardava le pensioni della classe dirigente, come burocrati, alti dirigenti statali, alcuni giornalisti e magistrati. È probabile quindi che sia arrivata qualche sollecitazione per bocciare la proposta. La stragrande maggioranza dei pensionati in Italia prende meno di 1.000 euro al mese. Invece di votare provvedimenti per cercare di aiutarli, i parlamentari cercano di tutelare quanti ricevono 90mila euro al mese.

 

Alle elezioni non votano anche i pensionati minimi?

Se si sapesse quanto è avvenuto lunedì in commissione Lavoro, i principali partiti italiani probabilmente perderebbero una parte dei loro consensi. Nessuno però lo verrà a sapere, perché buona parte dei mezzi di comunicazione faranno di tutto perché quanto è avvenuto lunedì in commissione Lavoro o non si sappia o si racconti male.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
05/02/2014 - Riforma pensioni/Meloni (Pdl)così la sinistra dife (Muoio Giacomo)

Premetto che non sono un pensionato d'oro. Desidero però sottolineare che la sig.ra Meloni, prima di ergersi a paladina per la lotta contro le pensioni d'oro e di suggerire che le pensioni non debbano superare i 3200 euro lordi come viene riportato dalla stampa, dovrebbe sentire il dovere morale di rinunziare alle ricche prebende di cui fruisce nella qualità di parlamentare. James