BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

PRIMO MAGGIO/ Bonanni: Italia rovinata dalle rendite, ma Renzi fa il furbo

Raffaele Bonanni (Infophoto)Raffaele Bonanni (Infophoto)

Con tutti i guai che ha questo Paese, bisogna fare coalizioni forti tra politica, istituzioni e parti sociali. Tutti i fattori di cui parlavo prima (il lavoro, le tasse, l’energia, le infrastrutture, i servizi, ecc.) sono rovinati, sono mal gestiti, sono deviati... questo non è accaduto solo per incuria, ma anche perché ci sono interessi della rendita italiana che sono molto potenti. Renzi vorrei mi spiegasse come intende fronteggiare questa rendita, con i proclami? Con le scene teatrali clamorose? O con un lavoro costante che mette insieme appunto un blocco molto forte di realtà operose e di vigilanza per arginare situazioni di controllo dei fattori chiave dello sviluppo da parte della rendita?

 

Lei cosa prevede?

Voglio proprio vedere... ma temo che si andrà ai soliti proclami che hanno ritmato la vita della cosiddetta seconda repubblica, cioè il nulla assommato al nulla.

 

A proposito di investitori, l’unica azienda che in Italia in questi ultimi anni ha investito seriamente è la Fiat. Siamo a ridosso della presentazione del piano industriale 2014-2017 di Fiat-Chrysler, lei crede che questa nuova era possa creare benefici per la produzione e quindi per l’occupazione in Italia?

Intanto alle cassandre ricorderei gli investimenti che Fiat ha fatto sugli stabilimenti di Pomigliano, Val di Sangro, Melfi, Mirafiori e Grugliasco. Stiamo parlando di un’azienda che in questi anni ha investito come nessun’altra in Italia. Ritengo molto grave che questa cosa sia sfuggita ai commentatori politici e ai media italiani, considerando la situazione che abbiamo di fronte. Non mi pare che ci sia qualcuno che abbia voluto riconoscere che tutte le cassandre e tutti i denigratori lo facevano solamente per disturbare un’azione che qualcuno - a partire dal mio sindacato - stava pazientemente gestendo. A distanza di tempo possiamo chiederci: quale altra azienda italiana o straniera ha investito in Italia con questa sequenza, con questa trasparenza e con questa intensità?

 

(Giuseppe Sabella)

 

In collaborazione con www.think-in.it

© Riproduzione Riservata.