BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPILLO/ Mario Rossi, "l'alleato" di Renzi per la riforma della Pa

Infophoto Infophoto

Tali proposte, destinate a concretizzarsi a partire dal prossimo giugno, hanno stimolato l’avvio di una discussione e hanno, portato, ad esempio, al lancio di un vero e proprio “Manifesto per lo Stato essenziale” con il quale un gruppo di esperti e professori universitari si propongono di dare un loro utile contributo a questa rivoluzione copernicana delle pubbliche amministrazioni avanzata dal governo Renzi. Un documento, il manifesto di cui sopra, che si propone di essere un rispettoso aggiornamento, dopo venti anni, delle “tesi di Mario Rossi”, con cui un gruppo di ambiziosi riformisti provava, nei primi anni Novanta, a declinare alcune semplici regole per una libertà responsabile e di uno Stato al servizio dei cittadini.

C’è da sperare, tuttavia, che non debbano passare altri venti anni perché si realizzi una non più prorogabile riforma dello macchina pubblica che la metta in grado di dare risposte più efficaci e moderne alle difficili sfide del presente che ogni giorno le persone comuni sono chiamate ad affrontare.

 

In collaborazione con www.amicimarcobiagi.com

© Riproduzione Riservata.