BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

SPILLO/ La "mazzata" per Renzi sul lavoro

InfophotoInfophoto

La disoccupazione, quindi, inizierà a scendere nel 2015, ma solo lentamente, perché l’aumento della domanda di lavoro si trasformerà, almeno in una prima fase, in un maggiore numero di ore lavorate da parte di persone già occupate e non in nuovi posti di lavoro.

Da queste evidenze e da queste dati dovrà, quindi, rilanciarsi l’azione riformatrice del governo a partire dalle delicate materie del mercato del lavoro e del supporto allo sviluppo del tessuto produttivo di cui la conversione in legge del DL 34 in materia di contratti a termine e apprendistato deve rappresentare solo il primo, seppur significativo, passaggio.

 

In collaborazione con www.amicimarcobiagi.com

© Riproduzione Riservata.