BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

SPILLO/ Giovani e lavoro, dall'Ue un "cartellino giallo" per l'Italia

InfophotoInfophoto

Si evidenziano, in particolare, alcuni elementi di criticità quali la mancanza di risorse sufficienti nei servizi pubblici per l’impiego e l’uso limitato di questi sportelli da parte di chi cerca lavoro; una struttura poco chiara di incentivi per i giovani a registrarsi, la necessità di un efficace e continuo coordinamento tra i diversi livelli di governo e di un maggiore impegno del settore privato.

Infatti, anche se viene riconosciuto l’impegno, l’Europa esprime preoccupazioni sulla capacità del nostro Paese di rendere realmente efficace il programma per la mancanza di una prospettiva di attuazione a lungo termine.

È quindi ora il tempo della responsabilità politica, in particolar di “mister 40,8%”, chiamata a dare risposte convincenti, non tanto all’Europa, ma ai giovani italiani che chiedono, anche grazie a iniziative come questa, di poter tornare a sperare in un futuro migliore per se stessi, le loro famiglie e il Paese.

 

In collaborazione con www.amicimarcobiagi.com

© Riproduzione Riservata.