BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FIAT/ Confindustria si "coccola" Marchionne, alla faccia della Marcegaglia

Sergio Marchionne (Infophoto) Sergio Marchionne (Infophoto)

È probabile che Fiat-Chrysler non tornerà in Confindustria, ma è chiaro che la Confindustria di Squinzi non è la Confindustria di Emma Marcegaglia. La dipartita del Lingotto certamente non è stata un affare per l’Associazione degli industriali che, forse, hanno lavorato per un riavvicinamento. I fatti, così come si sono svolti, lo lasciano pensare... è chiaro che quanto dice Licia Mattioli ha molto senso, anche se circa una legge che regoli la rappresentanza (che, a parte Marchionne, nessuno voleva prima d’ora) la questione è delicata: solo la patologia delle relazioni sindacali italiane fa pensare a una legge che regoli le medesime che, ricordiamolo, sono affare privato.

Grande assente Giorgio Squinzi, per un’indisposizione dell’ultim’ora. Sarà stata un’assenza strategica? Non lo sappiamo, ma di sicuro Squinzi è più interessato alla certezza del contratto che alla sua messa in piega.

 

In collaborazione con www.think-in.it

© Riproduzione Riservata.