BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

Riforma pensioni/ Scozia, istituito il team per realizzarla

Dalla Scozia arriva la notizia della creazione di un team apposito per poter gestire al meglio la futura riforma, attesa per l'Aprile 2015, dei fondi pensionistici.

(infophoto)(infophoto)

La riforma delle pensioni è un punto fondamentale nel welfare non solo italiano, ma europeo. La notizia questa volta arriva dalla Scozia, e in particolare dal North East Scotland Pension Fund, che si occupa di tenere aggiornati tutti i membri, i lavoratori e i pensionati che si interessano del Local Government Pension Scheme, uno dei maggiori regimi pensionistici del Regno Unito. Proprio in questo ambito si sta pensando di creare un team governativo che sia in grado di gestire al meglio il carico di lavoro derivante dalle riforme degli schemi pensionistici. Il NESPF istituirà infatti un Governance Manager il cui compito sarà al vertice di tutti i processi in questa nuova squadra, insieme anche ad altri membri senior: tutto il team invece si occuperà insieme di modellare lo schema pensioni, di mantenere aggiornati tutti i documenti del loro operato e anche di curare il servizio, di nuova istituzione, che creerà un contatto con tutti i lavoratori, in modo che essi possano rimanere frequentemente aggiornati su tutte le novità e possa trovare un dialogo per risolvere sia dubbi che perplessità rispetto alle novità che subentreranno. L’ha spiegato Laura Goodchild, l’attuale Manager Pension scozzese, aggiungendo che un organo del genere è quantomeno necessario poiché nell’ultimo periodo questo ambito si è allargato moltissimo e i Pensions Manager hanno bisogno di potersi focalizzare su una posizione più strategica: per farlo dunque, è necessario un aiuto in più. I progetti in ambito pensionistico dovranno essere pronti entro l’Aprile 2015, sia in Inghilterra che in Galles e, secondo David Davidson, direttore di consulenza della Spence & Partners, non sarà un lavoro facile poiché tutti i regimi pensionistici hanno sempre agito autonomamente e sarà quindi arduo trovare una coerenza e un’ uguaglianza nei processi generali da seguire.

© Riproduzione Riservata.