BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

RIFORMA PENSIONI PA/ Quota 96, Di Menna (Uil): ora risolviamo la questione del Tfr

Foto InfophotoFoto Infophoto

Questo è un altro aspetto che occorrerà verificare, perché l’emendamento sana la posizione di 4mila insegnanti. Dalle notizie che noi abbiamo, è probabile che questo numero sarà sufficiente a coprire tutte le domande. Però rimane il problema che se le domande fossero 4.100, la legge prevede che possano esserne comunque accolte solo 4mila. Mi sembra una scelta priva di fondamento, perché il principio generale è che se ci sono le anzianità contributive di età previste, non si può stabilire un limite sulla base delle graduatorie. Spero che questa questione non abbia rilevanza dal punto di vista pratico.

Che cosa ne pensa del fatto che ora 4mila giovani potranno essere assunti? Questo è un fatto positivo. Ora bisognerà vedere in che modo il governo affronterà la questione del piano di assunzioni, rispetto a cui registriamo già un forte ritardo. Il decreto con cui il governo Letta aveva reiterato il piano triennale del governo Berlusconi dovrebbe dare copertura con immissione in ruolo a tutti i posti lasciati liberi da persone che sono andate in pensione. Quindi se questi 4mila posti saranno reinseriti nel piano triennale, avremo 4mila nuove immissioni in ruolo oltre a quelle già prevedibili. Siamo alla fine di luglio, le nomine devono essere fatte entro il 31 agosto come prevede il decreto degli uffici scolastici. Se in questi 4mila posti ci fosse una semplice copertura degli incarichi annuali, ciò comporterebbe un semplice allargamento della precarizzazione del rapporto di lavoro. Al posto di un insegnante di ruolo ci andrebbe un precario, e ciò aumenterebbe il numero dei precari sul totale degli insegnanti in servizio.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
31/07/2014 - Quota 96 (maria schepis)

DiMenna e tutti i sindacalisti farebbero meglio, ora, a tacere,visto il religioso silenzio osservato dopo la riforma Fornero.Per il Tfr lo sanno benissimo che non c'è copertura finanziaria,e non è certo che si trovi quella per i pensionamenti, almeno secondo la ragioneria dello Stato,quindi un po' di opportuno no comment.