BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MOBILITÀ 1000 STATALI/ I "buchi" nella scelta della Madia

Marianna Madia (Infophoto) Marianna Madia (Infophoto)

C'è poi un ultimo punto da discutere e che riguarda tutte le prossime riorganizzazioni che nel settore privato o nel settore pubblico dovranno accadere nei prossimi anni. Siamo sicuri che lo Stato sappia fare bene il mestiere di selezionare e ricollocare il personale in esubero. Le regole del settore pubblico e le competenze permettono di fare bene questo mestiere?

Sul punto si attende la costituzione dell'Agenzia nazionale per l'occupazione, che dovrebbe essere l'ente in grado di gestire al meglio tali questioni. Speriamo che la guida di questo ente verrà affidata facendo emergere le migliori pratiche del mercato privato e pubblico, ma rimane una questione di fondo che deve essere chiarita. Il lavoro deriva dalla motivazione, dall'impegno e dalle competenze di ognuno che vanno costruite e sviluppate quotidianamente. Il peso del fabbisogno dello Stato per l'attività di politiche attive, se non è efficiente, rischia di essere un freno e non un incentivo alle libere iniziative delle persone, che sono il vero motore della ripresa del Paese.

© Riproduzione Riservata.