BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

Riforma Pensioni 2015/ Proietti (Uil): così possiamo cambiare la legge Fornero senza referendum

Elsa Fornero (Infophoto)Elsa Fornero (Infophoto)

È necessaria la piena rivalutazione di tutte le pensioni in essere. La Fornero aveva introdotto dei limiti che in parte sono stati rimossi negli anni successivi, ma che ora vanno completamente eliminati. Lo strumento da utilizzare è la leva fiscale. Sulle pensioni italiane c’è il doppio delle tasse che mediamente si pagano negli altri paesi europei e noi pensiamo che il governo possa presentare il bonus da 80 euro anche per i pensionati. Questo consentirebbe di migliorare i trattamenti pensionistici per milioni di persone, la metà delle quali sono al di sotto dei mille euro. Parliamo quindi di situazioni che necessitano di un intervento immediato e concreto.

 

Quali sono le altre proposte della Uil?

È necessario varare una riforma della governance dell’Inps. Il governo ha posto fine alla fase del commissariamento con la designazione del presidente, e noi pensiamo che contemporaneamente si debbano dotare i comitati d’indirizzo e sorveglianza di reali poteri di verifica e di controllo. Chiediamo al governo un completamento in questa direzione della riforma della governance.

 

E sulla rivalutazione del montante in caso di Pil negativo?

Il nostro sistema in questa fase di crisi e di mancata crescita del Pil ha un riflesso negativo anche sulle pensioni future, e quindi proponiamo che negli anni in cui ci sarà la crescita negativa questa sia sterilizzata ai fini della determinazione del montante con il quale poi si va in pensione.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.