BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

INPS E RIFORMA PENSIONI 2015/ L’allarme di Treu: alzare l’età pensionabile non basta a garantire i conti

Dal già Commissario straordinario dell'Inps, Tiziano Treu, arriva un allarme su una possibile riforma delle pensioni nel 2015: alzare l'età pensionabile non basta a garantire i conti

Tiziano Treu (Infophoto) Tiziano Treu (Infophoto)

Un allarme pesante arriva in vista di una possibile riforma delle pensioni lasciata intravvedere dal ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. A lanciarlo è Tiziano Treu, già commissario straordinario dell’Inps, che in un'intervista a Telos A&S ha detto che l’innalzamento dell’età pensionabile non basta a garantire stabilità ed equilibrio dei conti nel lungo periodo se Pil e occupazione non torneranno a salire. Treu ha anche sottolineato che stanno crescendo le disuguaglianze tra i trattamenti pensionistici: “Troppe pensioni insufficienti per una vita dignitosa e molte pensioni  privilegiate che ancora persistono nonostante le riforme”, ha detto.

Dunque intervenire sulla legge Fornero potrebbe comportare degli aggravi di spesa difficilmente sanabili in mancanza di crescita dell’economia. Tuttavia, il ministro Poletti ha già speso in più occasioni parole che indicano la volontà di introdurre un qualche meccanismo che renda più flessibile l’accesso alla pensione. Non resta quindi che vedere cosa deciderà di fare il Governo in tema previdenziale.

© Riproduzione Riservata.