BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

RIFORMA PA/ Furlan (Cisl): contratto statali, mancato rinnovo è brutto esempio per privati

Un contratto che non viene rinnovato da sei anni crea anche episodi di malcostume e malcontento: così ha detto oggi il segretario della Cisl Annamaria Furlan parlando a Radio 24

Annamaria FurlanAnnamaria Furlan

Il segretario della Cisl Annamaria Furlan è intervenuta oggi al programma radio Mix24 su Radio 24 per commentare la situazione del publico impiego. In particolare, si è soffermata sul mancato rinnovo ormai da sei anni del contratto di categoria, dicendo che va ridiscusso partendo dalla situazione dei lavoratori precari. Il mancato rinnovo, ha detto, è un brutto esempio per i privati: "Non ce l’ho con il Ministro Madia. Non ce l’ho con nessuno, dopo sei anni che non si rinnova il contratto pubblico credo che non ci sia un solo ministro o un solo governo che in questi sei anni abbia svolto il proprio dovere come Stato datore di lavoro, un gran brutto esempio che si dà anche ai privati".

A proposito degli episodi di malcostume che vengono rilevati tra i dipendenti pubblici, ha aggiunto, essi sono anche frutto di una chiusura di dialogo, e di situazioni lasciate incancrenire da chi non svolge il proprio ruolo: "La dirigenza, per le sue competenze, e anche ovviamente la politica, per le sue competenze. Ma anche mancanza di confronto, spesso, negli enti locali, nei Comuni, nelle Regioni, non determinano certamente un clima di dialogo e di confronto vero".

© Riproduzione Riservata.