BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

Riforma pensioni 2015, Airaudo (Sel): serve una nuova legge, la proposta di Damiano non basta

Giorgio Airaudo (Sel)Giorgio Airaudo (Sel)

Io penso che ci debba essere una distinzione in base alla tipologia dei lavori. Poi c’è un minimo di pensione sotto a cui non si può scendere. Già oggi chi si è ritirato dal lavoro con i vecchi sistemi spesso percepisce un assegno che non gli consente di vivere dignitosamente.

 

Lei è a favore della proposta sulla flessibilità pensionistica di Cesare Damiano?

Io penso che sia insufficiente. Poi capisco che se uno vuole ridurre il danno è meglio la proposta di Damiano che un pugno in testa. La verità è però che bisognerebbe trovare una soluzione definitiva che duri 30 anni.

 

A partire da quale età ritiene che una persona debba essere lasciata libera di scegliere se andare in pensione o meno?

Dipende dal lavoro che ha svolto. Se uno ha iniziato a lavorare a 15 anni, e ha fatto l’edile per tutta la vita, deve poter andare in pensione prima dei 60 anni. Se invece uno fa il professore universitario e ha ancora le energie, può continuare a lavorare anche fino a 70 anni.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
30/12/2015 - differenziare per lavoro l'età pensionabile (Michele Ballarini)

Si può lavorare sino a 70 anni solo per libera scelta. Ricordo ad Airaudo che anche nei lavori impiegatizi o d'ufficio la fatica, la penosità, in termini di stress, può essere assai elevata, ed uccidere. Ho colleghi morti di infarto. Solo chi si è scelto il lavoro, la professione, e può modularla avvalendosi di collaboratori o riducendo i carichi, può, se se la sente, protrarre la vita lavorativa. Ma chieda ad un commesso di supermercato, o a un bancario meno che dirigente, cosa ne pensa. "Sa di sale salire e scendere le altrui scale". Eppoi, Airaudo, la sua idea mi sembra si avvicini a quella di Di Salvo del PD.....