BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RIFORMA PENSIONI 2015 / Damiano: le modifiche pronte per Opzione Donna, esodati e no tax area

Cesare Damiano Cesare Damiano

Dentro questa legge di stabilità non c’è la flessibilità pensionistica, e penso che sia un errore. Ciò detto, il premier ha promesso che sarà l’oggetto della discussione nel 2016 e noi siamo pronti.

Dall’anno prossimo la flessibilità sarà attuata in forma sperimentale? No, ritengo che si tratti di attuare una misura strutturale di correzione.

In che modo? La mia proposta è di consentire di anticipare l’uscita dalla pensione di quattro anni. Dal prossimo anno si andrà in pensione a 66 anni e sette mesi. Se fosse approvata la mia richiesta si andrebbe in pensione a 62 anni e sette mesi, con 35 di contributi e una penalizzazione dell’8%. Inoltre chiediamo che per i lavoratori precoci siano sufficienti 41 anni di contributi per andare in pensione indipendentemente dall’età e senza penalizzazione.

La sua proposta e quella di Boeri sono incompatibili? La mia proposta è dell’aprile 2013, quella di Boeri è del luglio di quest’anno e assomiglia molto alla mia. Anziché a 62 anni si propone di andare in pensione a 63.

Boeri propone di tassare le pensioni più alte. È d’accordo? Abbiamo anche una proposta di legge che prevede la tassazione delle pensioni più alte, in modo un po’ più drastico rispetto a quanto ha fatto Boeri.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.