BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

RIFORMA PENSIONI 2015/ I cambiamenti più urgenti per i lavoratori (giovani) italiani

InfophotoInfophoto

Dai dati sopra esposti emerge che la criticità previdenziale del nostro sistema non riguarda coloro che, pensionandi, lamentano la rigidità della Legge Fornero sui requisiti di accesso, bensì riguarda tutti coloro che oggi ne sono giovani contributori nonostante l'aleatorietà di adeguatezza che contraddistingue la loro attesa pensionistica.

Sarà importante, secondo l'Ocse, impegnarsi per il livello delle pensioni future, garantendo continuità contributiva, agevolando la stabilità di carriera e favorendo le politiche indirizzate verso il miglioramento del mercato del lavoro, così come in parte già fatto con l'introduzione del contratto a tutele crescenti. Altrettanto fondamentale sarà investire sulla formazione professionale, sull'adeguamento delle qualifiche e competenze, favorendo una maggiore flessibilità alla fine delle carriere. Da qui, quindi, la necessità di una prolungata partecipazione del lavoratore anziano, favorendone l'aggiornamento formativo e, di conseguenza, postergandone l'andata in pensione.

In altri termini, sulla base delle indicazioni dell'Ocse, anziché preoccuparci di come agevolare il pre-pensionamento per coloro che, per loro fortuna, potranno avvantaggiarsi legittimamente di un sistema storicamente generoso, dovremmo impegnarci per favorire livelli pensionistici socialmente adeguati a coloro che, lavoratori attuali, saranno pensionati in un futuro non prossimo.

 

Twitter @walteranedda

© Riproduzione Riservata.