BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

JOBS ACT/ NO. Così Renzi penalizza i disoccupati

InfophotoInfophoto

A proposito di risultato finale: questo non è solo l'impiego subordinato, ma anche l'attività di freelance come consulente o la start-up, che al momento non è contemplata dal decreto, ma che da tempo rappresenta uno sbocco professionale soprattutto per i manager over 50 con competenze spendibili nella microimprenditorialità. Con il contratto di ricollocazione così concepito, dunque, il Paese, proprio nel momento in cui vuole ispirarsi a un principio di flexsecurity, rinuncia alle competenze delle società specializzate nel supporto alla ricollocazione, società che da 20 anni riportano appunto nel mercato del lavoro circa l'80% delle persone a loro affidate in 6/7 mesi medi. 

È un'occasione sprecata se il contratto di ricollocazione si riduce all'esclusivo matching fra domanda e offerta disponibile, perché troppi lavoratori disoccupati resteranno esclusi dal buon esito, lavoratori che hanno bisogno di un supporto prolungato, personalizzato e dedicato.

© Riproduzione Riservata.