BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SINDACATI E POLITICA/ La "palude" che rafforza Landini

Maurizio Landini (Infophoto) Maurizio Landini (Infophoto)

Non c’è dubbio che sia uno spazio da lungo inoccupato: da troppo tempo il sindacato ignora i veri problemi del lavoro; la politica, solo dopo la svolta centrista di Renzi, si sta interrogando circa una nuova proposta di sinistra, che manca a questo Paese da almeno 20 anni. C’è da dire che la Cisl sta lavorando in silenzio. E non c’è dubbio che una nuova proposta sindacale, che il sindacato di Annamaria Furlan sta preparando, potrà creare scompiglio tra le parti.

Landini è molto acuto e uomo di intuizioni importanti. È però legato a logiche molto conflittuali. Perché in Italia non si riesce a costruire un dialogo sociale tra le forze politiche e sindacali che poggi sulla partecipazione e non sul conflitto?

 

In collaborazione con www.think-in.it

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
16/03/2015 - Già! (Luigi PATRINI)

E' proprio una bella domanda! Nessuno che tenti una risposta? C'è qualche "politico" che non sia troppo impegnato a fare i "suoi" interessi particolari, che sia in grado di dare una risposta seria, chiara e "stimolante" al quesito con cui termina l'articolo?