BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

LANDINI VS CAMUSSO/ La "rottamazione" dei sindacati può partire dalla Fiom

Susanna Camusso e Maurizio Landini (Infophoto)Susanna Camusso e Maurizio Landini (Infophoto)

Resta tuttavia aperto il problema di mandare a regime l'intesa sulla rappresentanza del 10 gennaio 2014: le confederazioni qui possono avere un ruolo chiave. A tal proposito, proprio lunedì, Confindustria, Cgil, Cisl, Uil e Inps hanno siglato una convenzione per l'attività di raccolta, elaborazione e comunicazione dei dati sulla rappresentanza delle organizzazioni sindacali per la contrattazione collettiva nazionale di categoria. Questo in attuazione del Testo unico sulla rappresentanza del 10 gennaio 2014. L'intesa “è un passo molto importante per assicurare stabilità al sistema delle relazioni industriali”, ha detto il presidente dell'Inps Tito Boeri. In attesa di capire il ruolo del Cnel - in funzione del mix iscritti-eletti - i primi dati cominceranno ad affluire a maggio.

Si tratta di verificare la rappresentatività di circa 400 Ccnl: in molti casi, il 5% previsto dal Testo unico, non viene raggiunto. Le federazioni dovranno per forza di cose accorpare settori e contratti, diversamente non avranno possibilità di rappresentanza. Se il governo non entra a gamba tesa con una legge, questo è il compito che spetta alle confederazioni, ovvero quello di guidare questo processo regolatorio.

 

In collaborazione con www.think-in.it

© Riproduzione Riservata.