BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Pirelli "svenduta": dov'erano i sindacati?

Susanna Camusso (Infophoto) Susanna Camusso (Infophoto)

Ciò detto, il sindacato può chiamarsi fuori da questa situazione? Il sindacato è parte della politica economica o questa la fa il governo e il sindacato la subisce? Certo, di questi tempi il sindacato ne è poco partecipe. Ma non è stato così sino a oggi. Basta vedere cosa è stato fatto dal 2008: solo cassa integrazione, per cui nel 2011 (dato del ministero del Lavoro) sono stati spesi 24 miliardi di euro. La cassa integrazione - su cui il sindacato ha puntato parecchio - è una politica passiva, non è una politica che - per citare il Segretario della Cgil - permette di "sfidare il mondo in termini di know-how, innovazione e buona occupazione". Ciò lo si fa con scelte coraggiose e non difendendo a oltranza interessi particolari, cosa che il sindacato fa da troppo tempo - e non certamente solo la Cgil. 

Il sindacato oggi è corresponsabile delle criticità dell'economia e del mercato in Italia. Ma suona di buon auspicio l'esortazione di Susanna Camusso a sfidare il mondo: è davvero ciò di cui la nostra impresa ha bisogno; perché in un passato, neanche troppo lontano, ci è davvero riuscita.

 

In colaborazione con www.think-in.it

© Riproduzione Riservata.