BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RIFORMA PENSIONI 2015/ Proietti (Uil): Boeri sta "danneggiando" la ripresa dell'Italia

Tito Boeri Tito Boeri

Adesso che l’economia sta ripartendo, se si dà un segnale di incertezza a milioni di pensionati sul loro futuro pensionistico, il risultato è che si deprime ancora una volta la domanda interna e quindi si fa un danno al nostro sistema economico. Soprattutto sulla previdenza è necessario mantenere la stabilità delle norme, perché è fondamentale per creare aspettative positive.

 

Il sottosegretario Barretta ha annunciato l’ampliamento del bonus da 80 euro ai pensionati nella legge di stabilità. Ci saranno le risorse?

Noi chiediamo al governo di farlo prima della Legge di stabilità, e abbiamo indicato anche dove trovare le risorse. Quest’anno sono stati recuperati oltre 14 miliardi dalla lotta all’evasione fiscale, circa 4 miliardi in più di quanto previsto. Si prendano questi soldi e si dia subito il bonus ai pensionati che finora sono stati ingiustamente esclusi.

 

La commissione Lavoro della Camera ha avviato un’indagine conoscitiva sulle donne penalizzate dalla legge Fornero. In che senso secondo lei sarebbero state penalizzate?

Sfido a trovare un cittadino italiano che non sia stato penalizzato dalla legge Fornero. Per quanto riguarda le donne, ancora una volta si ignora la specificità italiana. Le donne devono farsi carico di una serie di lavori di cura all’interno delle famiglie da cui sono esentate in Francia, Svezia, Regno Unito e Germania, dove c’è una rete di servizi sociali molto più estesa ed efficiente. Le donne italiane, proprio per la necessità di svolgere questi lavori di cura all’interno delle famiglie, negli anni hanno accumulato un accesso alla pensione diverso da quello degli uomini.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.