BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CONTRATTI E LAVORO/ Dalle banche una "spinta" per giovani e disoccupati

Infophoto Infophoto

Questo fondo - in primo luogo - favorisce l'inserimento delle nuove figure professionali e aiuta i lavoratori in caso di licenziamento. Nel primo caso, incentiva, con una contribuzione di 7.500 euro alle aziende, l'assunzione di giovani con un contratto a tempo indeterminato.

 

E nel secondo?

Nel secondo offre un sostegno, definito sezione emergenziale, ai lavoratori licenziati che cercano di ricollocarsi. Si tratta di un contributo in integrazione alla Naspi - erogato per 24 mesi - che consente al lavoratore licenziato di percepire circa l'80% dell'ultimo stipendio. Qualora poi il lavoratore trovasse nel corso dei 24 mesi una nuova collocazione in un'azienda del settore, la contribuzione rimanente sarà destinata in premio all'azienda che lo ha assunto. Faccio un esempio: una persona in stato "emergenziale" da 10 mesi all'undicesimo viene assunta da una banca. Gli ulteriori 14 mesi che avrebbe avuto in integrazione alla Naspi finiscono in premio all'azienda che lo ha assunto. Come forma ulteriore di incentivazione.

 

Questo nuovo contratto cerca dunque di anticipare un futuro di complessità e incertezza per il settore bancario. Quali possibilità per i giovani di trovare un nuovo impiego nel settore stante questo scenario?

Una volta c'era il mito del posto fisso in banca, adesso naturalmente non c'è più. Però esistono ancora delle opportunità. Tant'è che noi abbiamo proposto di discutere di nuovi modelli di professionalità nel mondo bancario che potrebbero essere diversi da quelli di oggi. Parlo dei servizi bancari alla cittadinanza e alle imprese. Vogliamo discuterne - lo faremo nei prossimi mesi - con l'Abi in un cantiere che definirà i contorni di nuove professionalità per questo settore in trasformazione. Sappiamo che la banca non è più quella di prima, ci saranno riduzioni degli sportelli, ma aumenterà la richiesta di figure professionali collegate alle piattaforme informatiche, banche online, attività a supporto dei clienti.

 

Per i nuovi possibili assunti, a ogni modo, il contratto offre dei vantaggi. È così?

Sì, il fanale d'ingresso è del -10% rispetto alle tabelle di riferimento, nel precedente contratto era -18%. In aggiunta, come dicevo prima, il Fondo per l'occupazione offre una significativa contribuzione. Tutto questo ancora una volta per incentivare il processo di assunzione.

 

(Marco Latorre)


In collaborazione con www.think-in.it

© Riproduzione Riservata.