BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RIFORMA PENSIONI 2015/ Gran Bretagna, possibile il ritiro dei contributi: un esempio da seguire?

Riforma pensioni 2015, mentre in Italia si susseguono le ipotesi, in Gran Bretagna gli over 55 potranno ritirare i contributi versati. Il governo seguirà l'esempio britannico?

David Cameron (Infophoto2) David Cameron (Infophoto2)

In Italia si susseguono le ipotesi per riformare il sistema pensionistico, tra cui quelle degli ultimi giorni relative all'introduzione del reddito di cittadinanza per gli over 55 e al diritto alla pensione al raggiungimento della quota 100 (come somma tra età anagrafica e anzianità contributiva). L'aumento della vita media e le difficoltà nel mercato del lavoro non sono problemi che riguardano solo il nostro paese e anche altri stati europei stanno riformando il sistema pensionistico come la Gran Bretagna, dove il governo Cameron ha introdotto una novità che sta facendo discutere i sudditi della regina Elisabetta II. In Gran Bretagna i contribuenti over 55 potranno ritirare tutti i contributi versati fino a quel momento, rinunciando in tale maniera alla pensione dello stato: il provvedimento "shock" ha come obiettivo quello di rilanciare l'economia britannica, aumentando il reddito a disposizione dei contribuenti ma ha già scatenato roventi polemiche. I detrattori della riforma temono che i contribuenti utilizzino queste somme per pagare spese correnti (perdendo simultaneamente il diritto alla pensione) o peggio ancora che questi soldi siano utilizzati per trasferirsi in un paese estero. Un eccessivo ricorso allo strumento, inoltre, potrebbe compromettere la tenuta del sistema previdenziale britannico.

© Riproduzione Riservata.