BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

Riforma Pensioni 2015/ Ecco la nuova "pensione sociale" di cui l'Italia ha bisogno

InfophotoInfophoto

Ciò che abbiamo di fronte è la proposta di un’estensione, sia pure finanziata in modo innovativo, della pensione sociale e il nostro sistema ne ha disperatamente bisogno. Anche dopo la riforma degli ammortizzatori sociali, la Naspi e gli ammortizzatori in costanza di rapporto, questo sistema lascia scoperte delle esigenze sociali essenziali.

 

Basta la proposta di Boeri per dare risposte a queste esigenze?

Noi abbiamo bisogno, come avviene nella stragrande maggioranza dei Paesi europei, di uno schema generale di contrasto alla povertà. Questo al momento è improponibile sul piano dei vincoli di finanza pubblica, e anche delle scelte politiche del governo che non sono orientate in questa direzione. È però una direzione che l’Italia prima o poi deve imboccare, per allineare l’efficienza del proprio sistema agli altri grandi Paesi dell’Eurozona.

 

E quindi?

In mancanza della possibilità di arrivare subito a questo risultato, la proposta di Boeri va nella direzione giusta. È importante capire che cosa si intende per pensioni più alte, stabilendo un criterio equo e trasparente di redistribuzione delle risorse. Ci deve essere una sostenibilità non solo finanziaria, ma anche dal punto di vista dell’equità sociale, altrimenti quest’operazione diventa impraticabile.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.