BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Riforma Pensioni 2015/ Un "consiglio" dall'Europa per i lavoratori over 50

Fotolia Fotolia

Probabilmente anche da mosse concrete in questa direzione passa un ripensamento complessivo del nostro welfare e, in particolare, del nostro sistema previdenziale in un Paese che, fortunatamente, invecchia in buona salute e che se non agisce diversamente rischia di non essere più in grado, per il presente e per il futuro, di sostenere lo stato sociale costruito negli ultimi decenni.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
10/06/2015 - over 50 (marco falini)

Questo e' un ennesimo articolo di una certa tendenza, il mondo meraviglioso dove i vecchi che lavorano con gioia in tarda eta' sono sempre di piu' (non sara' invece che per necessita' di arrivare a fine mese sputano sangue e le ultime energie di vita?), si invecchia tranquillamente e felicemente (si, per le ststistiche istat, nel mondo reale si muore anche prima di " prima": non si capisce perche' dovremmo campare di piu': per le vessazieni al lavoro, laddove c'erano 4 persone ora ce ne sono 2 quando va bene? Per i posti letto in ospedale sempre meno e l'impossibilita' ad accedere alle medicine per mancanza di denaro? Per l'aria ed il cibo sempre piu' inquinato? E' dagli anni 70 che i redditi sono in diminuzione, non c'e' spazio per mangiare bene e curarsi. La aspettativa di vita media dalla nascita, cio' un bambino che nasce ora secondo i loro rilievi farlocchi dovrebbe campare fino a tot anni, e' una volgare truffa: perche' non si va a prendere i registri comunali dei decessi 2014 e si fa la media ? E naturalmente, non si dice, a partire dal sol 24 ore di domenica, che i contributi pagati sono netti, cioe' soldi buoni, le pensioni erogate LORDE, lo stato si ripiglia subito una bella fetta di quello che versa, e questo cambia eccome tutto il quadro e fa si' che gia' il retributivo era in UTILE, sostenibile: LADRI, fateci andare in pensioni e senza penalita', oppure RIDATECI I SOLDI CHE ABBIAMO VERSATO, come in Gran Bretagna.