BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

MICROSOFT/ A casa 7800 dipendenti, i tagli nel settore telefonia che non decolla

Altri pesante giro di licenziamenti in casa Microsoft dopo i 18mila dello scorso anno adesso restano a casa in 7800. Tutta colpa del settore telefonia che non riesce a decollare

Immagine di archivioImmagine di archivio

Colpo d'ascia, comunque annunciato da tempo, ai dipendenti del colosso Microsoft. Via quasi diecimila dipendenti, 7800 per l'esattezza, soprattutto nel settore della telefonia. Si tratta di un ulteriore passaggio nella ristrutturazione in atto da tempo dell'azienda oggi guidata da Satya Nadella che oltre ai licenziamenti prevede svalutazioni pari a 7,6 miliardi di dollari legate all'acquisizione di Nokia Devices e oneri per altri 800 milioni di dollari. Il settore telefonia infatti non riesce a decollare, gli esperti dicono per il ritardo con cui Microsoft si è mossa nel settore. Lo scorso anno erano stati 18mila i dipendenti lasciati a casa, su un totale di 118mila persone. Riduzione dei costi dunque in modo sempre più accelerato e disinvolto. Lo aveva detto lo scorso luglio Nadella in una mail ai dipendenti: "Necessario fare scelte difficili in aree dove le cose non stanno funzionando e risolvere problemi in modo da aumentare il customer value".

© Riproduzione Riservata.