BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Riforma pensioni 2015/ Inps Day, la proposta di Boeri con un convitato di pietra

Tito Boeri (Infophoto) Tito Boeri (Infophoto)

Se l'Inps, il Cnel e tanti luoghi di alto pensiero, compresi i centri studi come il Cerp, quelli sindacali, le Commissioni parlamentari e i dicasteri interessati avessero posto intelletto e mano (in tutto questo tempo di allarme e di intenso far fronte alle situazioni più svariate) a impiegare parte del loro tempo su questo problema che ha una centralità per l'equilibrio macroeconomico del Paese, forse a mio modesto parere, qualche elemento più consistente a un dibattito già corposo, ma spesso banalizzato a livello di chiacchiere stampa, ci sarebbe stato. 

Non resta che augurarsi che la presenza del convitato di pietra sia quindi talmente forte da rimandare a un tempo successivo la possibilità di una riforma meglio meditata. Meglio allora una gestione del corrente e lavorare in parallelo su un principio difficile ma corretto in grado di generare una condizione solida ma non negativa, piuttosto che tagliare qua e là dicendo che abbiamo salvato il salvabile e di più non si poteva fare. Ve la ricordate la storiellina dei gattini ciechi?

© Riproduzione Riservata.