BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AMAZON/ Le accuse della stampa americana: le condizioni disumane a cui sono sottoposti i dipendenti

In un articolo pubblicato dal New York Times il gigantge della vendita online Amazon viene accusato di trattare in modo disumano i propri dipenendti ecco di cosa si tratta

Jeff Bezos, fondatore di Amazon Jeff Bezos, fondatore di Amazon

Turni di quattro giorni consecutivi senza pause e senza dormire; donne con il cancro al seno messe sotto sorveglianza per migliorare il proprio rendimento; dipendenti che scoppiano in lacrime per lo stress; e-mail mandate anche nelle ore notturne o durante le ferie; mancanza dell'aria condizionata; lavoratori incoraggiati a spiare i propri colleghi e riferire se non lavorano in modo ottimale. Secondo un articolo del New York Times sarebbero queste le condizioni normali in cui lavorano i dipendenti di Amazon. Non è la prima volta che il gigante della vendita online viene accusato di aver fatto dei posti di lavoro dei veri e propri lager dove i dipendenti vengono sfruttati senza ritegno. Alcuni dirigenti degli uffici di Seattle hanno dichiarato tempo fa di lavorare mediamente 80 ore alla settimana e di ricevere continuamente e-mail anche di notte o durante le ferie a cui devono rispondere illustrando le loro performance lavorative punto per punto. Nell'articolo del New York Times anche la testimonianza di una ex dipendente che aveva perso il figlio durante la gravidanza, messa in un piano speciale per migliorare la sua attività lavorativa con la motivazione che così non avrebbe pensato alla sua tragedia ma si sarebbe potuta concentrare meglio sul lavoro. Stessa cosa per una donna malata di tumore al seno: le sue difficoltà nella vita privata non devono interferire con il lavoro, si è sentita dire. Da parte sua Amazon ha negato queste accuse.

© Riproduzione Riservata.